EDUCATORE, ASSISTENTE SOCIALE, CURATORE, UN MESTIERE A RISCHIO?

Home Forum LAVORO AL FRONTE EDUCATORE, ASSISTENTE SOCIALE, CURATORE, UN MESTIERE A RISCHIO?

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Avatar Redazione 8 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #371
    Avatar
    Redazione

    Negli ultimi anni la magistratura è intervenuta in molteplici situazioni per presunti errori di operatori educativi o professionisti sociali ed emesso anche delle condanne. Senza entrare in merito alle situazioni, restano alcune domande.
    Considerato l’evolversi della complessità delle situazioni familiari e dei disagi nel mondo minorile, in che misura il settore educativo subisce un aumentata esposizione a rischi di errore in cui i professionisti sono confrontati con casi al limite del gestibile? In che misura la professione dell’educatore, dell’assistente sociale, del curatore educativo, sta diventando sempre meno attrattiva a causa di questi rischi?
    Il senno di poi può identificare errori di valutazione, sbagli nelle risposte date dal professionista al minorenne a disagio o il più frequentemente in situazioni di disadattamento se non di conclamata devianza. Ma nella situazione quali possibilità reali c’erano di ponderare, di elaborare strategie di gestione? I casi trattati stanno superando i nostri mezzi? Quale risposta istituzionale a questa emergenza?
    Di fronte a certi casi, in cui sofferenza e patologia psicologica del minore si somma a disadattamento con il risultato di comportamenti devianti e pericolosi, come fare a riconoscere il confine tra protezione e repressione. Che fare quando il rischio per l’educatore è anche il rischio di essere aggredito e subire?
    Anni fa lavorare in certi servizi era ambito, questo interesse sta scemando?
    A voi la parola

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.